State organizzando il vostro matrimonio e non sapete decidere se, in occasione del pranzo, offrire un menù a base di carne o di pesce? Seguite i consigli di Galleria d’Arte Scarano, che vi offre piccoli spunti per capire in quale direzione andare, e non scontentare gli invitati, ed evitare di sforare il budget nel caso si scegliesse il più costoso menù di pesce.

 

pranzo

In questo caso, se da un punto di vista economico optare per un menu misto diventa una soluzione azzardata, ci sono possibili soluzioni alternative che possono aiutare a risolvere e riuscire ad offrire un pranzo indimenticabile.

Una prima soluzione, potrebbe essere una sorta di intervista da fare agli invitati, i quali una volta confermata la presenza, potrebbero esprimere le proprie preferenze, in maniera tale da capire quanti preferiscono la carne e quanti invece prediligono un menù a base di pesce.

In tale caso, si potrà quindi optare per un menù misto più economico.Allestire quindi la sala di vari angoli gastronomici, dove gli ospiti potranno girare tra le diverse specialità, scegliendo quelle più in linea coi loro gusti, che siano di mare o di terra, decidendo quindi cosa mangiare.

Altra ipotesi potrebbe essere di accordarsi con il ristoratore per offrire un “menu parallelo”: si sceglieranno due diversi tipi di primi e di secondi, a base di pesce e di carne, e sarà l’invitato stesso a decidere e scegliere cosa farsi servire. In questo modo tutti avranno a disposizione 2 portate.

Altra soluzione, probabilmente la più semplice: far preparare, nel caso si fosse deciso per un menù a base di pesce, anche piatti alternativi a base di carne, da servire a coloro i quali non gradiscono il menù di mare.

Ad incidere sulla tipologia di menù potrebbe essere anche lo stile deciso per la cerimonia in generale. Se si è prediletto, ad esempio, uno stile rustico, allora è preferibile prediligere menù che prevedano i piatti tipici locali, con porzioni abbondanti, che possono prevedere già questi un mix tra mare e terra. In questo caso, belle grigliate non farebbero una pessima figura, anzi sarebbero la ciliegina sulla torta baciando appieno lo stile deciso.

Se invece lo stile della cerimonia è improntato sul classico e il romanticismo, sarà preferibile prediligere il menu di pesce.
Infine, ecco alcune piccole regole che sono sempre valide, seguendo le quali potrete ottenere un ricevimento quasi perfetto:

  1. La cerimonia non dovrà durare più di tre ore: si corre il rischio di far annoiare gli invitati
  2. Non esagerare con piatti eccessivamente sofisticati: va bene dare un accenno all’effetto “chic”, ma senza esagerare, potrebbe non incontrare il pieno gradimento da parte degli invitati
  3. Regola importante: riuscire a sapere in anticipo se tra gli invitati ci sono persone che soffrano di intolleranze o allergie a particolari alimenti o ingredienti, come la celiachia, o che rispettino determinate regole di alimentazione, come un vegano o un vegetariano.
  4. Punta sempre sulla qualità e meno sulla quantità delle portate e dei cibi: il detto “meglio poco ma buono” è sempre valido!

Scopri le migliori collezioni di abiti da sposa da Galleria d’Arte Scarano, l’atelier di moda che veste la sposa italiana

Da Galleria d’Arte Scarano trovi le migliori firme dell’alta moda italiana!

jazzsurf.com wordpress theme

Lascia un commento